Il 9 dicembre 2021, In occasione dell’apertura  al pubblico del Museo Darwin-Dohrn (DaDoM), il centro scientifico-culturale della Stazione Zoologica Anton Dohrn – Istituto Nazionale di Biologia Ecologia e Biotecnologie Marine.

Sono stati esposti, dopo un  lavoro di restauro con la supervisione dell’Ing. Roberto Rossetti, membro del Comitato Scientifico di Mareamico e, riportati al loro splendore, due sommergibili di proprietà dell’Associazione Mareamico.  Rimarranno esposti nel giardino della struttura e visibili al pubblico il “Sottomarino tascabile PC 1602 (Perry Cubmarine)” e la “Campana per osservazione ambienti profondi (Observation Manipolator Bell –OMB 3)” All’inaugurazione erano presenti il Presidente di Mareamico l’On. Roberto Tortoli, il Segretario Generale Romualdo Scotti Belli e l’Ing. Roberto Rossetti

 

1)     Campana per osservazione ambienti profondi (Observation Manipolator Bell –OMB 3)”

Nel secondo dopoguerra fu avviata la produzione delle prime campane a batisfera  con pressione interna a livello atmosferico (ovvero normobariche)  per lavorare in ambienti profondi. Si tratta di una campana sospesa a cavo ombelicale che poteva inviare immagini, video e comunicazioni in superficie. La campana è dotata di propulsori alimentati da batterie contenute in due cilindri esterni,  di una zavorra e di un verricello con i quali poteva alzarsi a 20 mt dal fondo. La sfera accoglieva pilota e copilota e consentiva immersioni fino a circa 1500  metri ed era testata per almeno 10.000 immersioni.  Sulla base dell’esperienza maturata per la realizzazione della campana OMB, si progettò il batiscafo  a tre sfere PC16. L’ampio oblò in acrilico consentiva a pilota e copilota  un’ottima visione. I propulsori  consentivano lo spostamento dell’ordine del 25% della profondità alla quale si trovava. La campana OMB3 fu costruita da PERRY Submarine Builder di : West Palm Beach (USA) tra il 1978 e 1979

Dimensioni : diametro 2.70 m  –   h 3.40 m

Peso : 10 t

 

2)      Sottomarino tascabile  PC 1602 (Perry Cubmarine)

Tra la “ fine degli anni 50 e gli inizi degli anni 60”  ebbe inizio la costruzione di sottomarini tascabili (midget submarines) destinati alla ricerca scientifica ed industriale. Vennero chiamati CUBMARINE  anziché submarine e furono definiti cuccioli (cub)di sottomarino per le loro piccole dimensioni.  Ad ogni modello venne assegnato un numero di serie progressivo  (in questo caso 16) seguito dal numero progressivo di costruzione (in questo caso 2). Il primo PC 1601 venne costruito dalla Perry Submarine Builder di West Palm Beach  (FLA –USA) nel 1974 per Intersub  (Francia) per il progetto TRANSMED (gasdotto Algeria- Italia) da Capobon a Mazara del Vallo con profondità superiori a 600 metri. Il PC 1602 venne costruito nel 1979 e collaudato nel 1980, con capacità di raggiungere profondità oltre i 1000 metri, aveva inoltre la caratteristica di istallarsi sulle teste pozzo profonde (mating). Questo consentiva di  raggiungere le teste pozzo  oltre i 150 metri , profondità massima a cui potevano immergersi  i sub in saturazione (con miscele all’elio)

Dimensioni : 8.20×2.90 m  –   h 3.20 m

Peso : 16 t

 

Commenti

0 Condivisioni