XXIX RASSEGNA DEL MARE

 

Mareamico,  quest’anno , festeggia trenta anni dalla sua nascita e, giunta quest’anno alla XXIX Edizione   della sua più significativa ed importante manifestazione internazionale, impostando un programma che interesserà la capitale del Paese,  anche al fine di  favorire la presenza delle Istituzioni  e delle categorie interessate ai più alti livelli.

Per questo sarà presente una prima fase pubblica (Roma – Camera dei Deputati) ed una seconda fase più operativa che si terrà ad Ostia.

In questo contesto la Rassegna del Mare, affronterà specifici temi ecologici ed economici con interventi di esperti italiani e dei Paesi che si affacciano sul Mediterraneo e della UE, con lo scopo, anche, di contribuire ad intensificare la collaborazione internazionale, sui problemi della conservazione ambientale ed attività economiche, dell’ecoturismo e, in modo particolare della pesca. dell’acqua coltura e maricoltura nel Mediterraneo comprensiva di quella ricreativa.

In particolare per trattare i problemi della pesca e del turismo saranno invitati esponenti delle confederazioni di categoria, delle Istituzioni Italiane ed Europee, mentre il mondo della ricerca (Comitato Scientifico di Mareamico in collaborazione con CNR, ENEA, ISPRA) tratterà questi problemi circa il relativo impatto ambientale ed economico.

Il tema centrale della Rassegna:  “LE SINERGIE FRA PESCA E TURISMO E AMBIENTE MARINO: MOTORE DI SVILUPPO SOSTENIBILE” alla fine delle sessioni di lavoro, il Comitato Scientifico di Mareamico trarrà le conclusioni salienti ed importanti, che saranno riportati in report ed inviati agli organi competenti e saranno anche pubblicati sul nostro sito.

Tutti gli interventi saranno tradotti simultaneamente sia in inglese che in francese.

I convegni saranno aperti a tutti, perché il mare è un  bene di tutti e, Mareamico lotta da anni per conservarlo e tramandarlo ai posteri con tutto il rispetto che merita.

 

“INTEGRAZIONI E CORREZIONI DOVUTE AL COVID 19”

 

Ad integrazione della XXIX Rassegna  del Mare dovuta al Covid 19 che ha colpito il nostro Paese, il Comitato Scientifico di Mareamico suggerisce e propone  di modellare  l’evento sfruttando il sistema di videoconferenza con un sistema di regia avanzato che possa garantire una trasmissione in FULL HD  sempre fluida e senza interruzioni visibile su uno Monitor (schermo)  gigante in un ambiente attrezzato con n. 2 telecamere, n.1 Mixer video SDI –HDMI HardDisk Recorder con registrazione dei lavori,  n. 3 monitor video,  n. 2 radiomicrofoni a pulce e n. 5 interventi da remoto e n. 2 operatori di ripresa in un ambiente che, coordinata da un moderatore/conduttore  ( Giornalista o esponente del Comitato Scientifico di Mareamico) che possa condurre il dialogo tra i rappresentanti delle Istituzioni (Ministri, Direttori generali, sia dei ministeri competenti italiani che delle DG Europee competente, Rappresentanti della Regione ospitante, dei presidenti degli Istituti di ricerca e rappresentanti delle categorie interessate ai tempi che saranno trattati ). In questa Direzione, quindi la nuova Rassegna del Mare può essere realizzata in modalità digitale dando continuità alle annuali Rassegne del Mare nel pieno rispetto delle “nuove regole” con le quali stiamo imparando a convivere.